Cosa può fare la gentilezza

È bastato che guidando mi fermassi alle strisce pedonali per far passare una signora e i suoi due cagnolini, ricevere un grazie e rispondere con un sorriso, per aprire il canale della Gentilezza. I pelosi si erano fermati per leccarsi, lei era in imbarazzo perché ci impiegava più del tempo ad attraversare, io non mi sono scomposta per quei 2-3” in più che hanno impiegato.

Lei mi ha ringraziato per l’atto di gentilezza di essermi fermata, per quei 3” regalati, ma mi sono immediatamente resa conto che il canale della Gentilezza che si era aperto mi aveva messo subito in contatto con delle frequenze molto alte, di cui quasi ci siamo dimenticati nel nostro correre quotidiano, e che mi hanno accompagnato per tutta quella giornata e le successive. Sì, perché anche se ho fatto passare altri passanti che non mi hanno ringraziato così, io ho mantenuto collegato a quel gesto gentile il vissuto del primo episodio e ogni volta che lo facevo risentivo quella gioia.

Con un piccolo gesto avevo innescato un circuito virtuoso che mi è costato solo 3” ma che valeva molto, molto di più in termini di felicità e rigenerazione della mia energia vitale. Quello che questo gruppo vi propone in fondo è solo questo. Siate gentili e vivrete meglio e più a lungo.